NOVITÁ –     AMAZZONIA LA CIVILTA PERDUTA

NOVITÁ –     AMAZZONIA LA CIVILTA PERDUTA

Quanto più si ha una conoscenza diretta  o indiretta di regioni dove la natura è ancora largamente dominante sulla civiltà e sugli uomini, tanto più si ha la certezza che molte cose restano da scoprire sul nostro pianeta.  È una banale semplificazione affermare che non esistono più “macchie bianche”” nelle carte geografiche: ve ne sono ancora, e tante.

Nell’immensa foresta che copre l’intero bacino del rio delle Amazzonia e dei suoi affluenti, poco meno della metà della superficie del Brasile, esistono ancora vaste zone inesplorate. Su un superficie di sei milioni e mezzo di chilometri quadrati vivono circa 90.000 indios, in una specie di eden, un mondo primordiale uguale a se stesso da secoli, dove il tempo sembra davvero essere fermato.  In questo mondo di inestricabili viluppi vegetali, l’anaconda è ritenuto un essere mitico, e colibrì e farfalle sono di buon augurio.

 

La filosofia del Massaggio Amazzonico metodo del M° Duilio La Tegola affonda le sue radici nella cosmologia indios, per poi indirizzarsi in presupposti scientifici dove trova tutta la sua completa affermazione.

La cultura indios degli abitanti della foresta amazzonica definisce la malattia  un evento magico, ne attribuisce la causa principalmente all’azione di qualche stregone che, in contatto con una realtà parallela spirituale, infigge magicamente nel corpo delle vittime oggetti    estranei.
 

L’azione di  guarigione consiste nell’estrazione di tali oggetti tramite apposite sedute rituali cariche di valore simbolico.
Lo sciamano è la figura essenziale che con funzioni terapeutiche e divinatorie, entra in contatto con la realtà spirituale o porta la persona affetta da disturbo ad uno stato di coscienza alterato, per dialogare o distruggere gli spiriti causa della malattia.

Lèvi-Strauss, il grande antropologo che ha vissuto direttamente con indios in Amazzonia afferma con semplicità che: “E’ chiaro che l’efficacia della magia implica la credenza nella magia”.

Tale stato di coscienza definito “Trance” consente di “Viaggiare” quindi nel mondo degli spiriti (Per gli Indios ogni elemento naturale è pervaso da un proprio spirito, dall’animale, alla pianta a elementi vari come acqua e stelle) e di ottenere risultati perché tale realtà invisibile è in relazione causale con il mondo reale e tangibile.

Lo Sciamano spesso esegue i rituali con la persona coricata sul tipico giaciglio comune in molti popoli dell’Amazzonia: l’amaca.

Le pratiche sul corpo della persona utilizzate dallo sciamano si compongono di trattamenti di strofinazione e suzione per estrarre così l’influsso patogeno.

Ed è da queste filosofie tradizionali dei popoli indios dell’Amazzonia che nasce il Massaggio Amazzonico® metodo Duilio La Tegola, dove la persona ricevente il trattamento viene portata in una sorta di trance grazie al ritmo e all’effetto del movimento che simula il movimento dell’amaca.

 

Chi desiderasse conoscere da vicino la filosofia del Massaggio Amazzonico, ultimi paradisi che restano deve affrettarsi: l’avanzamento della moderna tecnologia, di un comune modo di vivere è incontenibile. L’incontro con questo massaggio e questi uomini è un’avventura di natura molto particolare, che non solo offre la possibilità di straordinarie conoscenze, ma induce a una migliore compressione di noi stessi. Una prova di disponibilità e di tolleranza di fronte a culture lontanissime, totalmente estranee alla nostra.

Effetti Scientifici

Le relazioni scientifiche commissionate dal M° Duilio La Tegola ad un’equipe di medici, hanno evidenziato nel Massaggio Amazzonico® risultati sorprendenti a beneficio di numerosi sistemi dell’organismo umano come cervello e risposte ormonali, aumento attività intestinale, aumento attività muscolare, attivazione sistema cardiovascolare e linfatico, mobilizzazione centri di movimento.

Come vengono percepiti dal nostro organismo a livello fisiologico i movimenti del Massaggio Amazzonico®?

Possiamo semplificare il funzionamento del nostro cervello come dipendente da due parti strettamente connesse e complementari, che agiscono e decidono separatamente.
La più esterna (corteccia) è quella razionale, in cui registriamo tutto il nostro “sapere” nel senso più nozionistico ed enciclopedico del termine: potremmo considerare questa corteccia come la parte cosciente di noi, quella regolata dalla volontà.

Esiste però una parte interna del nostro cervello (sottocorticale o limbica) costituita da diversi sistemi collegati tra loro (una matassa di gangli e neuroni) che agiscono sul nostro sistema ormonale (endocrino) e regolano le funzioni istintive, affettive e vegetative. Potremmo considerare il sistema limbico come la nostra parte istintiva.

I movimenti usati come trattamento nel Massaggio Amazzonico® e le manualità volte a formare onde che si propagano all’interno del corpo della persona, agiscono sul cervello umano a livello sottocorticale.
La risposta dell’organismo umano alle sollecitazioni del Massaggio Amazzonico® viene quindi prodotta a livello sottocorticale e non è controllabile. Ossia, vi è evidenza che ai movimenti praticati nelle modalità del nostro massaggio conseguono delle risposte automatiche del cervello.

Come avviene questo?

I segnali provenienti dagli organi di senso (pelle per il tatto, occhi per la vista, orecchie per il sistema vestibolare dell’equilibrio, sistemi propriocettori muscolo tendinei) viaggiano dapprima al talamo e poi subito all’amigdala.
Vi è un fascio molto sottile di fibre nervose che vanno dal talamo all’amigdala, perciò la risposta agli stimoli comincia nell’amigdala prima che in neocorteccia.
Dove si trova l’amigdala? Sotto la corteccia, fa parte del sistema limbico, sopra il tronco cerebrale. Essa è un nucleo di sostanza grigia. E’ ritenuta centro di integrazione delle emozioni. E’coinvolta anche nei sistemi della memoria emozionale.
Essa comincia a rispondere agli stimoli prima della neocorteccia.

Quando viene percepito un particolare movimento come nel caso del nostro Massaggio Amazzonico® praticato con dondolii e oscillazioni che hanno una data frequenza, l’amigdala invia subito una risposta automatica, sottocorticale, non controllabile, di benessere.

L’effetto.

L’amigdala è un meccanismo sottocorticale che si attiva per qualsiasi meccanismo di base.
Le emozioni (rabbia, paura, felicità, sorpresa, rilassamento) non sono controllate, non sono mediate dalla corteccia cerebrale, che è una zona evoluta. Mano mano che si cresce, che si “invecchia” si imparano a controllare le emozioni, perché intervengono le reazioni mediate dalla corteccia che si acquisiscono nel corso degli anni, con le esperienze provate, che hanno determinato una specializzazione corticale.

L’amigdala sollecitata stimola il rilascio di endorfine e più o meno quantità di adrenalina (dipende se lo stimolo è più o meno emozionante, e questo cambia da persona a persona ma anche da come l’operatore effettua le manovre),
ottenendo:

  • rilassamento della spasticità intestinale
  • rilassamento muscolare
  • attivazione del sistema cardiovascolare
  • attivazione del sistema linfatico
  • miglioramento del tono dell’umore
  • miglioramento della capacità di affrontare la vita
  • profondo rilassamento

con i seguenti benefici:

  • alterazione del tono muscolare da stress
  • insonnia
  • riduzione nevrosi d’ansia
  • spasticità della muscolatura intestinale
  • disturbi psicosomatici
  • miglioramenti estetici dovuti al drenaggio linfatico
  • miglioramento della visione estetica di sè

Effetti fisiologici diretti

Ogni elemento fisiologico del corpo umano viene invaso da varie qualità d’onda, impulsi che agiscono da stimolo. I risultati sopra elencati trovano il loro successo non esclusivamente per una sollecitazione dell’amigdala ma anche per effetto dei movimenti e manualità del  Massaggio Amazzonico® che impongono direttamente a tutti gli organi e sistemi dell’organismo una particolare delicata  forma di sollecitazione.

Effetti di mobilizzazione

Non vanno sottovalutati gli effetti sulle articolazioni che sollecitate senza particolare invadenza trovano mobilità nella vibrazione, restituendo movimento e benessere andando così ad attenuare disturbi ai sistemi di movimento.