Con il caldo il piede soffre

Con il caldo il piede soffre

Caldo? No grazie. Soprattutto perché se le alte temperature hanno un elevato tasso di umidità finiscono col provocare forti stress all’organismo con vere e proprie reazioni d’allarme. Si va dal senso di debolezza all’irritabilità, dall’affanno prolungato fino alla depressione. Ad essere colpito come bersaglio c’è in particolare le gambe e caviglie,  va di pari passo la stanchezza di corpo e mente. Ed ecco che si possono manifestare diversi episodi di spossatezza di apatia e di insonnia. Oltre a uno stato associato a gambe pesanti e caviglie gonfie.

Se tornando a casa percepiamo il peso di una giornata particolarmente faticosa, un buon massaggio ai piedi può dare benefici sperati e riportare i piedi al loro splendore, pronti ad affrontare la serata anche su sandali tacco 12.

Quando la stanchezza e il gonfiore sono causati dalle troppe ore trascorse in piedi, il massaggio deve concentrarsi sulla pianta del piede con un movimento ritmico, pressorio e pompante.Queste manualità riescono a dare sollievo soprattutto ai tessuti molli che hanno subito lo stress maggiore (chiamati anche secondo cuore per la loro importanza nel buon funzionamento della circolazione) e favoriscono la risalita di liquidi e sangue verso l’alto e verso i punti di scarico linfatico, alleggerendo così le estremità.

Trascorrere gran parte della giornata seduti può generare stanchezza, in particolare nella parte bassa della schiena e nella zona dell’inguine, e può ostacolare la circolazione degli arti inferiori, piedi compresi. L’ideale in questo caso è massaggiare energicamente il collo del piede arrivando ai malleoli, e la zona posteriore del calcagno in corrispondenza del tendine d’Achille per sgonfiare e rilassare.

Quando la stanchezza è dovuta a un lavoro mentale l’origine la definiamo energetica. In questo caso, per rilassare il corpo e migliorare la circolazione, il massaggio si esegue dorsalmente con la tecnica del battito d’ali, eseguita con sfioramenti leggeri che seguono la direzione dei meridiani dell’agopuntura: l’alluce va massaggiato dalla parte alta verso il collo del piede, le restanti aree dal collo del piede verso le dita. Attraverso questo movimento si ottiene una differenza di potenzialità elettrica, dall’alto verso il basso, ovvero si svuotano i pieni e si riempiono i vuoti.

Dai piedi, che traggono immediato beneficio, il benessere si irradia a tutto il corpo e alla mente.