Il RISVEGLIO DELLA FORZA

Il RISVEGLIO DELLA FORZA

LA CORAZZA CARATTERIALE E I BLOCCHI EMOZIONALI

Fino da piccoli, per far fronte ad un ambiente che non dà spazio ai nostri bisogni, impariamo a bloccare alcune parti di noi, quelle parti che non sono accettate dagli altri. Questo processo è il motore principale del suo sviluppo, ma allo stesso tempo genera tensioni emotive e corporee.

Il problema nasce quando queste situazioni perdurano nel tempo, il blocco emotivo, la contrattura fisica si cronicizzano. Con lo scorrere degli anni, l’uomo diventa prigioniero di una “corazza” muscolare e caratteriale formata da tutti quegli atteggiamenti sviluppati per bloccare il corso delle emozioni. L’energia si blocca nelle parti del corpo coinvolte che diventano sede di tensioni e conflitti emotivi. Queste modalità difensive messe in atto per bloccare le emozioni e le sensazioni conflittuali come l’angoscia, la rabbia, l’eccitazione, sono costituite a livello fisico dalle rigidità corporee e a livello psicologico dagli atteggiamenti caratteriali e dalla mancanza di contatto emozionale. Con il tempo, quella corazza si rivela un impedimento al raggiungimento della propria identità e di una vera creatività, perché lo stato cronico di contrazione muscolare aumenta l’indurimento del carattere, riducendo la comunicabilità, l’amore e la percezione del piacere di vivere. In sostanza, impedisce il libero scorrere dell’energia vitale. Se le emozioni possono far manifestare disturbi psicosomatici, viceversa intervenire sul corpo può permettere di prenderne consapevolezza e in quel momento saprai il risveglio della forza che c’è in noi, sciogliendo le emozioni congelate.