Quando la sciatalgia è colpa del Piriforme

Quando la sciatalgia è colpa del Piriforme

Il dolore sciatalgico può anche essere causato dal muscolo piriforme divenuto così rigido e voluminoso da comprimere il nervo sciatico, scatenando dolori e parestesie alla regione glutea e alla porzione posteriore dell’arto inferiore. La sindrome del piriforme (SP) viene difficilmente diagnosticata proprio per la presenza del dolore allo sciatico che fa pensare alla classica lombosciatalgia, ma sembra essere una causa non rara di dolore al gluteo e all’arto inferiore. Questa sindrome, che colpisce prevalentemente il sesso femminile, è in grado di scatenare dolori e deficit motori all’arto inferiore così importanti da impedire all’individuo il normale svolgimento delle attività lavorative e sportive e, nei casi più severi, da limitare le normali attività della vita quotidiana.

Ecco come intervenire per ristabilire una situazione corretta, fra i vari trattamenti che si possono individuare per migliorare la situazione algica, viene suggerita la disattivazione dei trigger point e lo stretching del muscolo piriforme. Sono definiti trigger point quelle zone, in cui si scatena il dolore, e da lì si estende al tessuto connettivo. Il trattamento consiste nell’esercitare una pressione sul trigger point stesso per un tempo sufficientemente prolungato, così da inattivarlo.

Per quanto riguardo lo stretching, si suggeriscono tre esercizi di allungamento statico, da svolgere almeno tre volte alla settimana per sedute di venti minuti.

Ecco una delle tre proposte, facile di stretching per il muscolo piriforme.

A terra supini: si afferra il ginocchio con la mano opposta e lo si trascina oltre la gamba stesa.